Il talento non riconosciuto

Questi brani sono tratti dal libro di Roberto Saviano, “Gomorra“, e solo ieri notte ne sono rimasta colpita. Mi sembra di capire pienamente il dolore della soddisfazione nascosta e non riconosciuta, del talento non manifestato, non perché io sia un’artista talentuosa, ma forse solo per il fatto di essere persona. “Quando tutto ciò che è possibile è stato fatto, quando … Continua a leggere

Più forte dell’odio

Ho scovato nella mia libreria un volume che chissà perchè non ricordavo di avere, lo sto leggendo solo da ieri…si intitola “Più forte dell’odio” ed è stato scritto da Tim Guénard; si tratta di una autobiografia in realtà, e nella prefazione lui stesso specifica di non saper scrivere, ma solo parlare. Questo personaggio ha vissuto un’infanzia che non può essere … Continua a leggere

il malinteso

“Sì, la bellezza…può darsi. Spesso un ridicolo, tragico malinteso. Conosci l’eccitante sorpresa di scorgere in lontananza una bellezza. Forme perfette, seducenti ti vengono incontro con movenze eleganti: quasi una promessa di felicità. Cogli un particolare magnifico del volto che sembra sfuggito a un’opera d’arte, una curva del corpo che desta fantasie…poi quella figura ormai ti è vicina, e la sua … Continua a leggere

Le mie prime avventure di cuore e spada

Candy Candy…come il suo, il mio primo amore è stato Antony (avevo 5 anni!!), che dopo la sua tragica morte è stato soppiantato da Terence (la passione per gli uomini belli, maledetti e coi capelli lunghi mi è rimasta per mooolto tempo!). Georgie…dall’amore infantile alla passione adulta; Georgie è stato purtroppo censurato in molte sue parti, forse quelle più importanti. … Continua a leggere

Partire

‘…pensa che è bello essere bambini, ma è anche bello essere adulti ed essere capaci di riflettere sul mistero dell’infanzia…sulle sue credenze e sui suoi desideri…’ ‘La vita ha la brutta abitudine di far cambiare il sapore alle cose. E’ una porcata, perciò preparati.’ ‘Parti e cerca di continuare a sorridere. Trovati un pò di rock&roll alla radio e vai … Continua a leggere

20/10/07

‘ Domestico fedeleUn uomo d’affari deve recarsi per qualche giorno all’estero per un viaggio di lavoro, convoca il buon Said, suo fidato domestico e gli spiega la situazione: “Vedi io devo andare all’estero per qualche giorno, mi raccomando che tutto fili liscio qui e per qualsiasi problema chiamami.” “Si signore no preoccupare” Dopo qualche giorno l’uomo d’affari, non sentendo notizie, … Continua a leggere

Le cronache dei vampiri

In momenti come quelli ero inorridito; la sua mente era imprevedibile, inconoscibile. Ma poi si sedeva sulle mie ginocchia, mi infilava le dita nei capelli, e si metteva a sonnecchiare contro il mio cuore, sussurrandomi dolcemente che non sarei mai diventato grande come lei finchè non mi fossi reso conto che uccidere era la cosa più seria, non i libri, … Continua a leggere