La bocca dell’Inferno

Su Sterru, la voragine che si apre sull’altopiano del Golgo, è una delle più profonde cavità naturali a campata unica d’Europa. Su Sterru riveste ancora oggi un’importanza particolare nella piccola mitologia costituita da leggende che si tramandano da secoli. Legate a qusto luogo vi sono infatti tantissime fosche storie di suicidi e delitti, racconti di esseri tenebrosi, accadimenti misteriosi destinti … Continua a leggere

Maria Mangrofa

Una leggenda parla di una bellissima fanciulla di Orosei, dai capelli lucenti come seta, il cui nome era Maria Mangrofa. Promessa in sposa a un bel giovine, fu abbandonata alla vigilia delle nozze. Per la disperazione la ragazza lasciò il suo paese e andò  a vivere in una grotta, trascorrendo tutto il tempo a filare. Poiché la grotta era molto … Continua a leggere

Le Sùrbiles

Le streghe sarde più cattive: Le Sùrbiles erano donne-vampiro che sorbivano, succhiavano il sangue dei neonati, specialmente se non ancora battezzati. Spesso le sùrbiles venivano identificate con le streghe e chiamate Cogas. Erano allora raffigurate come donne brutte e vecchie che si spostavano a cavallo di una scopa. Si credeva che diventasse una Sùrbile la settima di sette figlie femmine. … Continua a leggere

JANAS – le piccole fate delle rocce

Sono descritte come una specie di piccolissime fate che vivevano in buchi scavati nelle rocce (le cosiddette domus de Janas). Uscivano solo di notte, affinché i raggi del sole non rovinassero la loro candida pelle. Quando, nelle notti senza luna, si spostavano per andare a pregare presso i templi nuragici, erano costrette a percorrere sentieri ripidi e ricoperti di rovi. … Continua a leggere