La sera arrivò – II parte

    L’atrio era quello di una casa antica e, con una valutazione sommaria, la giudicò molto ricca. Il buio imperava, solo da una porta aperta scaturiva la luce splendente di una casa serena e normale. Così almeno sperava Eva. La cameriera la condusse proprio là, per poi sgusciar via velocemente. La stanza illuminata in cui era entrata, arredata di … Continua a leggere

Il mio silenzio

è un fruscio continuo un lontano tocco metallico e ciclico un sordo e discreto boato   il mio rumoroso silenzio   è una risata cristallina che arriva dall’altra via ovattata e bagnata la distanza un rombo di motore profumato che va via   il rumore del silenzio di casa mia   è un umido alito cadenzato ad asciugarmi la pelle … Continua a leggere